L’impermanenza per riscoprire il patrimonio della Gamec

Ultimi giorni per visitare il ciclo di mostre della Gamec che valorizzano le opere permanenti e non solo

Previous post Aeroporto, “il Caravaggio di Manzù dimenticato fra le auto, potevano scegliere un altro posto”
Next post Papa Francesco ricorda Benedetto XVI: “Grato a Dio per averlo donato alla Chiesa”
Generated by Feedzy